Tu sei qui: Home NEWS Ultime

ULTIMO WEEK-END....

Supermarecross Gioia Tauro

SUPER TRASFERTA PER IL CEVOLANI MX R.T.

Il Cevolani MX Racing Team ha affrontato due lunghe trasferte nello stesso week end presenziando contemporaneamente alla prima prova del Campionato Europeo Supercross a Torino e al quarto round degli Internazionali d’Italia Supermarecross a Gioia Tauro.

Il Cevolani MX Racing Team, con due strutture separate, ha preso parte sabato sera al primo round dell’Europeo Supercross con Tommaso Vendramini mentre un'altra sua struttura è partita alla volta di Gioia Tauro dove il Supermarecross ha ripreso le ostilità per questa ultima parte di stagione, qui era schierato Niccolò Zinetti. Milletrecento chilometri hanno diviso i due eventi e quindi un impegno non da sottovalutare per la struttura emiliana che non conosce soste anche in questa ultima parte di stagione.

Partiamo proprio dal sabato sera a Torino con Tommaso Vendramini che dopo aver agevolmente superato lo scoglio delle qualifiche con un secondo tempo, a due decini dal primo, nel main event è partito benissimo posizionandosi nelle posizioni che contano. Poi una scivolata lo ha retrocesso ma ha recuperato sino alla terza piazza. Gli sarebbe bastato qualche giro in più per poter andare all’attacco del secondo ma il tempo a disposizione era terminato. Dunque terzo gradino del podio nella SX2 per il pilota veronese che si è dichiarato soddisfatto della prestazione.

Trasferiamoci ora a Gioia Tauro dove domenica si è disputato il quarto round degli Internazionali d’Italia Supermarecross. Niccolò Zinetti si è presentato come sempre al via della MX2, convinto di poter migliorare la sua quinta posizione provvisoria in classifica. La mattinata domenicale gli ha consegnato una qualificazione tutto sommato buona, Zinetti ha fatto registrare il quinto tempo. Gara 1 uno non è stata delle migliori: Niccolò non parte benissimo e si ritrova ottavo al primo passaggio, posizione che ricopre per quattro tornate prima di rompere gli indugi ed iniziare la rimonta. Guadagna una posizione, è settimo, ma nel corso del nono giro incappa in una caduta che lo attarda notevolmente. Dopo essere ripartito transita 14° ed alla fine, sconsolato, sarà soltanto 12°. La seconda frazione lo vede ancora ottavo al primo passaggio ma stavolta Niccolò è più determinato, gli bastano due giri per ritrovarsi sesto. Subisce il ritorno di qualche avversario perdendo una posizione poi prontamente riconquistata tanto da presentarsi sotto la bandiera a scacchi sesto. Il computo totale dei punti guadagnati gli consegna il settimo posto assoluto di giornata che significano punti preziosi per il campionato. Con il punteggio incamerato, infatti, Zinetti conquista una posizione in classica provvisoria passando dal quinto al quarto posto.

Ma non è finita! Zinetti è anche chiamato a disputare la Supercampione, valevole per il Trofeo Cost to Cost che vede i migliori 10 della MX1 e MX2 schierati insieme. Al via di questa manche Niccolò non parte bene ed è penultimo al primo passaggio. Ma non si dà per vinto. Contro le più potenti 450 e molti suoi avversari con le 250, Zinetti comincia a rimontare fino a conquistare la quarta piazza conclusiva. Posizione che gli vale comunque la possibilità di salire sul podio visto che la premiazione di questo trofeo gratifica i primi 5 di ogni tappa.

 

Niccolò Zinetti: “Sono un po’ arrabbiato per la prima gara, avrei potuto portare a casa un migliore risultato. Potevo farcela! Peccato per la caduta, non ci voleva, ma sulla sabbia è davvero un attimo. Meglio la seconda gara anche se ho dovuto sempre rimontare per non essere tra i primi al via. Ero molto incavolato e nella Supercampione sono partito di nuovo male ma alla fine è andata bene. Diciamo che mi posso consolare anche se preferivo qualche punto in più in campionato.”

____________________________________________________________________________________________________________________________

Ultimo aggiornamento Martedì 04 Ottobre 2011 08:32
   

Camp. Italiano Motocross - Città di Castello

SOLO VENDRAMINI ALL’ULTIMA DELL’ITALIANO

Sesto ed ultimo appuntamento con il Campionato Italiano Motocross e il Cevolani MX Racing Team schiera a Città di Castello il solo Tommaso Vendramini.

Il Cevolani MX Racing Team conclude la stagione 2011 nel tricolore a ranghi ridotti per la defezione di Michele Marchelli con ancora i postumi dell’infortunio patito durante la precedente prova di Montevarchi. Tommaso Vendramini ha così difeso i colori della compagine emiliana nella classe 125 durante l’ultimo appuntamento stagionale.

Durante la giornata di sabato, Vendramini supera agevolmente lo scoglio delle qualifiche facendo registrare il quinto tempo nel gruppo A. Al via di gara però parte malissimo tanto che al primo giro transita 24° ma poi recupera sino alla 14^ piazza conclusiva. Nella seconda manche l’avvio è migliore ma rimane coinvolto in una caduta, comunque conclude questa frazione con un dignitoso 12° posto.

Per quanto riguarda la classifica finale di campionato da segnalare il 18° posto di Vendramini, mentre Marchelli chiude 11° con due gare in meno a causa di un infortunio.

 

Tommaso Vendramini: “Alla prima partenza sono uscito male dal cancelletto ma poi ho recuperato fino al 14° posto. Non è stato facile perché la pista era mono traiettoria. Il secondo via è stato migliore ma poi mi sino ritrovato coinvolto in una caduta di due piloti e ho dovuto rifare tutto chiudendo 12°. Peccato per la gara perché i tempi della mattina erano davvero ottimi.”

___________________________________________________________________________________________________________________________

Ultimo aggiornamento Martedì 27 Settembre 2011 08:52
   

Camp. Italiano Motocross - Montevarchi

WEEK END DA DIMENTICARE

Quinto appuntamento con il Campionato Italiano Motocross e il Cevolani MX Racing Team esce dal Miravalle con le ossa rotte, nel vero senso della parola. S’infortuna Marchelli e Vendramini non va oltre il 10° posto nella seconda manche.

Da Montevarchi il Cevolani MX Racing Team non rientra con un ottimo risultato anzi uno dei due alfieri della struttura modenese s’infortuna ancor prima di prendere il via alle gare. Tutto comincia bene, sabato, con Michele Marchelli che mette al sicuro la qualifica con il terzo tempo nel suo gruppo, mentre Vendramini si qualifica con il quinto tempo.

Durante la mattinata di domenica, nella disputa del warm up, Marchelli cade pesantemente e colpisce violentemente la spalla destra. Costretto ad accertamenti medici presso il locale nosocomio, Michele se ne torna preventivamente a casa con un problema alla clavicola che lo terrà lontano dalle piste per un po’ di tempo.

Al via delle gare si schiera, dunque, il solo Vendramini che è subito autore di una caduta di gruppo in cima al salitone e riparte alquanto attardato. Il veronese comincia la sua rimonta che lo porta in 20^ posizione ma al quinto giro cade nuovamente e si deve fermare ai box per il dolore alla mano colpita in quest’ultima caduta. La seconda gara per Tommaso non è cominciata con una gran partenza. Al primo passaggio sul traguardo è 13°. Comincia a rimontare sino ad arrivare in 10^ posizione e qui staziona sino alla bandiera a scacchi.

Michele Marchelli: “Peccato perché dopo il tempo del sabato ero fiducioso. Purtroppo la caduta non ci voleva. Durante il warm up la pista era molto bagnata e all’atterraggio di un salto mi è andato via l’anteriore, ho cercato di riprendere lo scarto della moto ma non ce l’ho fatta e sono finito a terra. Per fortuna che non è nulla di grave e dovrò fare solo un breve riposo.”

 

Tommaso Vendramini: “Sabato ho fatto un buon tempo. Poi la prima manche è iniziata subito male con la caduta. Ho cercato di recuperare, ero già arrivato 20° ma al quinto giro sono caduto di nuovo colpendo la mano e mi sono dovuto fermare. La seconda manche ho stretto i denti ma non sono partito al meglio. Potevo finire con qualche posizione in meno ma ho avuto un crollo fisico a metà e quindi ho rinunciato....ho preferito tenermi stretto il 10° posto.”

___________________________________________________________________________________________________________________________

Ultimo aggiornamento Martedì 30 Agosto 2011 13:18
   

Internaz. d'Italia SX - Carpi

A CARPI ISDRAELE DOMINA LA SXJ

Il giovane alfiere del Cevolani MX Racing Team si aggiudica la classe dedicata alle piccole 85 monopolizzando la serata emiliana e portandosi al comando della classifica provvisoria. Ottimo quarto posto per Vendramini nella SX2, mentre Marchelli cade durante le prove e deve abbandonare.

Una grande serata per il Cevolani MX Racing Team impegnato sul tracciato di casa, quello di Carpi, per il terzo appuntamento stagionale con gli Internazionali d’Italia Supercross. Qui, per la prima volta in questa stagione, era di scena la classe SXJ dedicata ai piccoli in sella alle 85 cc. Tommaso Isdraele, dopo gli ottimi risultati nel recente tricolore di categoria, ha dominato la serata vincendo tutto quello che c’era da vincere. Il giovane pilota toscano ha dominato sin da subito prove cronometrate e heat di qualificazione imponendo un ritmo inavvicinabile dagli avversari, concedendosi anche una piccola sbavatura, ovvero una scivolata sul finire della gara di qualifica, che non ha compromesso il suo primo posto. Poi nel main event il capolavoro: un avvio imperioso davanti a tutti ed una cavalcata in solitario, mai impensierito dagli avversari, verso la bandiera a scacchi. Per lui, in questa prima tappa riservata alla SXJ, arriva la tabella rossa di leader provvisorio di campionato.

Nella categoria SX2 riservata alle 125 erano presenti Tommaso Vendramini e Michele Marchelli. Mentre il primo non ha avuto difficoltà nel qualificarsi, problemi invece per Marchelli che è caduto durante le prove cronometrate picchiando duramente il polso. Al giovane parmense non è rimasto che prendere anzitempo la via di casa per non peggiorare il polso malandato.

Vendramini, dopo un’ottima heat di qualificazione finita con un secondo posto, nel main event ha dimostrato grinta e determinazione e con una partenza non proprio ottimale ha disputato una gara costante che lo ha portato ad un passo dal podio. Quarto il suo risultato finale della serata di Carpi.

Tommaso Isdraele: “Parlando del main event sono partito subito in testa ed ho cominciato ad allungare. Ho preso il ritmo giusto sul tracciato dopo la regolazione delle sospensioni che ho voluto dopo la qualifica dove avevo fatto una scivolata, qui infatti non avevo il giusto feeling sulle whoops. In finale ho visto che sugli avversari avevo un buon margine ed ho amministrato la gara sino alla fine. Mi sono trovato bene su questo tracciato e proseguirò in questo campionato.”

 

Tommaso Vendramini: “Sto pian piano migliorando e prendendo il ritmo delle gare dopo l’infortunio. Sono contento di aver progredito nella condizione fisica anche se nel main event ho accusato un po’ di stanchezza non avendo ancora un buon recupero fisico ma ho stretto i denti ed alla fine un quarto posto mi soddisfa. Qualche problemino l’ho avuto durante le crono di oggi pomeriggio perché facevo un po’ fatica ad essere sciolto ma poi in qualifica ho visto di avere un buon ritmo e mi sono piazzato secondo. Adesso non c’è che da migliorare.”

Ultimo aggiornamento Lunedì 25 Luglio 2011 09:40